Chi siamo Noleggio Promozioni Contatti
Benvenuti sul sito dell'ATP, Azienda Trasporti Provinciali
 
ARTICOLO 1
Titoli di viaggio

Chiunque viaggi sui mezzi di un pubblico trasporto,oltre a quanto disposto dalla normativa in vigore, è tenuto al seguente comportamento:
  1. essere in possesso del biglietto, tessera od altro documento di viaggio valido, che a richiesta del personale di servizio è tenuto ad esibire.
  2. I biglietti acquistati a terra devono essere convalidati a cura dell'utente nelle apposite obliteratrici automatiche sulle vetture, dove le stesse sono installate, o dal personale di servizio dove non esiste apparecchiatura automatica.
  3. Sulla vettura dotata di bigliettazione o obliterazione automatica il passeggero deve accertare la regolare stampigliatura del biglietto e segnalare immediatamente al personale di vettura l'eventuale irregolare o mancato funzionamento dell'emettitrice o dell'obliteratrice.
  4. Sulla vettura nella quale non esiste la bigliettazione e/o l'obliterazione automatica, l'utente deve chiedere al personale di servizio l'emissione o l'annullamento del biglietto per la tratta desiderata.
  5. L'utente non può utilizzare i biglietti multipli per un numero di corse superiore a quelle consentite.
ARTICOLO 2
Abbonamenti multicorsa

Il titolare di abbonamento multicorsa deve essere sempre munito del biglietto convalidato all’inizio del viaggio, della matrice del carnet riportante i dati dell’utente e di un valido documento di riconoscimento. Il titolare del biglietto deve controllare che la stampigliatura della macchina obliteratrice porti l’esatta indicazione dell’ora di inizio del viaggio. Il titolare del biglietto può muoversi liberamente, ovvero utilizzando più mezzi, all’interno del numero di zone e/o nel periodo temporale indicati sul frontespizio del carnet.

ARTICOLO 3
Trasporto bambini

Hanno diritto alla libera circolazione i minori di età che non superino il metro e quindici centimetri di altezza (L.R.n.31/98 art 9).

ARTICOLO 4
Trasporto animali

L'utente può trasportare, purché non rechi fastidio agli altri passeggeri e sempre che la disponibilità della vettura lo consenta, un cane munito di museruola. Per il trasporto del cane è dovuto il prezzo del biglietto intero per il percorso effettuato. I cani accompagnatori di ciechi sono trasportati gratuitamente, l'utente può trasportare, purché non rechino fastidio agli altri passeggeri e siano chiusi in appositi cestini, animali di piccole dimensioni. Per utilizzare il trasporto degli animali è dovuto il prezzo del biglietto intero per il percorso effettuato.

ARTICOLO 5
Trasporto bagagli

L'utente può trasportare gratuitamente un solo bagaglio di oggetti personali che non ecceda le dimensioni di cm 50x30x25. Tale bagaglio, deve essere custodito a cura e responsabilità dell'utente medesimo, senza che ciò rechi disturbo agli altri viaggiatori e in modo tale da non occupare posto nel corridoio o creare ingombro nella vettura. È vietato di norma il trasporto di carrozzelle per bambini e di colli ingombranti. Tuttavia, qualora la disponibilità del veicolo lo consenta, può essere accettato il trasporto di carrozzelle e di altro bagaglio a carattere personale dietro pagamento del prezzo del biglietto.

ARTICOLO 6
Interruzioni

In caso di interruzione del viaggio, dipendente da causa di forza maggiore, non è ammesso alcun rimborso da parte dell'Azienda a qualsiasi titolo richiesto.

ARTICOLO 7
Divieti

È vietato all'utente:
  1. Viaggiare sul predellino o comunque aggrapparsi all'esterno della vettura.
  2. Salire o scendere da parti diverse da quelle prescritte; salire o scendere quando la vettura è in movimento o in località diversa da quella stabilita per la fermata.
  3. Sputare all'interno della vettura o dai finestrini.
  4. Parlare al conducente o distrarre comunque dalle sue mansioni il personale di servizio.
  5. Insudiciare, guastare o comunque rimuovere o manomettere parti o apparecchiature della vettura.
  6. Gettare oggetti dalla vettura.
  7. Portare armi cariche, materiali esplosivi o infiammabili, oggetti comunque pericolosi o che possano danneggiare o insudiciare i viaggiatori o le vetture e, per qualsiasi ragione, riuscire molesti.
  8. Azionare apparecchi radiofonici, cantare, suonare, schiamazzare o in altro modo disturbare.
  9. Svolgere attività pubblicitarie o commerciali anche se a scopo benefico senza il consenso dell'Azienda che esercisce il servizio.
  10. Occupare più di un posto o ingombrare il passaggio.
  11. Salire in vettura in stato di ubriachezza, affetti da malattie contagiose, indecentemente vestiti o in condizioni per cui si possa recare danno o disturbo agli altri utenti.
ARTICOLO 8
L'utente è tenuto a mantenere a bordo del veicolo un comportamento corretto anche a tutela della propria incolumità, dovrà pertanto astenersi dall'appoggiarsi alle portiere ed ai cristalli, dallo sporgersi dai finestrini, dal porre le mani nel vano delle porte e nelle guide dei cristalli, dal compiere insomma atti che possano comportare un pericolo per se o per gli altri passeggeri. L'utente sarà tenuto responsabile per danni recati alle vetture o a terzi in caso di inosservanza delle norme vigenti di cui sopra.

ARTICOLO 9
Sanzioni amministrative

Il DPR 11-7-1980, n. 753, stabilisce all'art. 28 il divieto di fumare sulle vetture autofilotranviarie; i trasgressori a tale disposizione sono soggetti ad una sanzione amministrativa conformemente a quanto previsto dalla legge.

ARTICOLO 10
Chiunque viaggi su un mezzo pubblico di trasporto e sia sprovvisto di un regolare titolo di viaggio, conformemente a quanto specificato dagli art. 1 e 2 del presente regolamento, è soggetto alla sanzione amministrativa prevista dalla legge regionale 25/6/2003, n.19 pari ad un importo da 40 a 200 volte la tariffa minima regionale del primo scaglione chilometrico, oltre al pagamento della tariffa ordinaria calcolata dal capolinea di partenza del percorso già effettuato e per quello che, dichiaratamente, il viaggiatore intende ancora effettuare.

ARTICOLO 11
Provvede all'accertamento e alla contestazione delle violazioni il personale dipendente appositamente incaricato dall'Azienda e autorizzato dal Presidente della Giunta Regionale.

(Deliberazioni del Consiglio Provinciale di Genova N.226/14629 del 7.7.1981 e N. 14/189 del 11.2.1992)


Modulo per ricorso sanzioni

Modalità di pagamento sanzioni



 home   chi siamo   servizi per l'utente   noleggio   servizi stagionali   contatti   privacy policy   area riservata 
 Amministrazione trasparente 

Logo ATP ATP ESERCIZIO S.r.l. - Sede legale: Via Conturli 53 - 16042 Carasco (GE)
C.F., P.I. 02115960995 e Iscrizione al Registro delle Imprese n. 02115960995 – R.E.A. 461034 - Capitale sociale Euro 1.443.142,00 i.v.
Logo RINA

Progettazione
e Sviluppo